Fallimento Società Agricola Energia Futura srl - R.F. 68/2018

mercoledì, 26 giugno 2019 ore 15:16

CURATORE FALLIMENTARE
Dott. Flavio De Pandis
GIUDICE DELEGATO
Dott.ssa Vincenza Agnese

Premesso che:
- la società Mercury Auctions Srl (di seguito, per brevità, denominata “Commissionario”) ha ricevuto dal Curatore, Dott. Flavio De Pandis, mandato in esclusiva per la gestione della vendita commissionaria relativa ai beni dell’attivo della Procedura in epigrafe specificata, come da incarico conferito in data 03/10/2018;
- deve, pertanto, procedersi alla vendita commissionaria dei beni di proprietà della Procedura in epigrafe.
Tutto ciò premesso a tal fine si
AVVISA
della vendita mediante procedura competitiva, alle condizioni e termini sotto indicati conosciuti e accettati dai partecipanti, dei beni come dettagliati nel catalogo d’asta allegato alle presenti condizioni di partecipazione.

1. CONDIZIONI GENERALI
L’asta per la vendita dei beni di cui all’attivo della Procedura sopra indicata avrà luogo alle ore 11.00 e segg. del giorno 26.07.2019 presso lo studio del Notaio Dott. Mistretta Mario, in Brescia, Via Malta n.7/C. I beni e i relativi prezzi base d’asta sono dettagliati nel catalogo d’asta. La vendita avrà luogo sottoforma di Cessione d’Azienda.
Il Commissionario, a suo insindacabile giudizio, si riserva la facoltà di ricatalogare i beni e le relative suddivisioni come appare più opportuno al fine della realizzazione del maggior prezzo complessivo di vendita, anche in sede d’asta.
Sul prezzo di aggiudicazione sono applicati diritti d’asta a favore del Commissionario nella misura del 15% (quindici percento), che sono interamente a carico dell’aggiudicatario.
Salvo diverse disposizioni legislative, sul prezzo di aggiudicazione verrà applicata imposta di registro e sui diritti d’asta sarà applicata IVA di legge.
In caso di acquisto da parte di soggetto estero, potrebbe essere richiesto dalla Procedura di versare a titolo di cauzione l’intero importo relativo all’IVA, che sarà restituito all’acquirente qualora venga fornita valida prova dell’esportazione, effettuata nelle modalità e nei termini di legge. Per eventuali approfondimenti in merito a tale questione, si prega contattare Mercury Auctions S.r.l.

2. VISIONE DEI BENI
I beni oggetto della vendita si trovano in Strada Delle Paghere snc, Travagliato (BS).
La visione dei beni oggetto della presente asta sarà possibile:
Unicamente previo appuntamento con il Commissionario. Gli appuntamenti devono essere fissati almeno 5 giorni lavorativi prima dell’asta. Per richieste di appuntamento ricevute oltre tale termine il Commissionario non garantisce la possibilità di visionare i beni.
Gli appuntamenti devono essere fissati almeno 5 giorni lavorativi prima della predetta data. Per richieste di appuntamento ricevute oltre tale termine il Commissionario non garantisce la possibilità di visionare i beni.

3. DEPOSITO CAUZIONALE
Per poter effettuare la registrazione, necessaria ai fini di poter partecipare all’asta, è richiesto il versamento di una cauzione per un importo pari ad € 200.000,00 (euro duecentomila/00).
La cauzione può essere prestata mediante assegno circolare intestato a "Mercury Auctions S.r.l.".
La cauzione versata mediante assegno circolare può essere consegnata al Commissionario fino al momento della registrazione del partecipante.
La cauzione può essere versata anche a mezzo bonifico bancario. Le coordinate sulle quali effettuare il bonifico verranno fornite su richiesta.
La cauzione versata mediante bonifico bancario dovrà essere accreditata almeno 2 (due) giorni lavorativi prima della data dell’asta. In tal caso il partecipante deve inviare entro il medesimo termine copia della contabile del bonifico effettuato al Commissionario tramite e-mail all’indirizzo mercuryauctionssrl@pec.it, avendo cura di specificare Procedura di riferimento e data dell’asta. Contestualmente dovrà essere inviata comunicazione delle coordinate bancarie ove operare il riaccredito della medesima, in caso di mancata aggiudicazione.
Nel caso in cui tale termine non dovesse essere rispettato, il Commissionario potrà, a suo insindacabile giudizio, non autorizzare la registrazione.
I soggetti che intendano registrarsi versando la cauzione tramite bonifico bancario sono consapevoli delle possibili problematiche derivanti dall’utilizzo di mezzi telematici, per le quali il Commissionario non potrà in alcun modo essere ritenuto responsabile.
I soggetti che intendano versare la cauzione attraverso modalità diverse rispetto a quelle sopra indicate, dovranno darne anticipata comunicazione al Commissionario e ottenerne l’approvazione scritta. A proprio insindacabile giudizio, il Commissionario potrà decidere di non ammettere all’asta chi non abbia rispettato le predette condizioni, anche nel caso in cui il soggetto si presentasse con un valido titolo.
La cauzione verrà trattenuta in caso di aggiudicazione e restituita ai partecipanti non aggiudicatari senza interessi immediatamente al termine dell’asta se versata a mezzo assegno circolare, viceversa, se versata mediante bonifico bancario, entro 10 (dieci) giorni lavorativi decorrenti dal termine dell’asta.

4. REGISTRAZIONE ALL’ASTA: DOCUMENTAZIONE NECESSARIA
La partecipazione all’asta è subordinata alla preventiva registrazione da effettuarsi tassativamente e inderogabilmente entro l’ora di inizio dell’esperimento.
A tal fine sono richiesti i seguenti documenti:
a. in caso di persona giuridica:
I. visura camerale aggiornata;
II. documento d’identità in corso di validità del legale rappresentante o dell’amministratore con idonei poteri;
b. in caso di persona fisica:
I. documento di identità in corso di validità e codice fiscale;
c. nel caso di deleghe di partecipazione a un soggetto terzo:
I. documento d’identità e codice fiscale del soggetto terzo partecipante;
II. documento d’identità e codice fiscale del delegante se persona fisica o visura camerale aggiornata in corso di validità e documento di identità del legale rappresentante o dell’amministratore con idonei poteri se persona giuridica;
III. idoneo atto di delega.
E’ indispensabile consegnare al Commissionario, ai fini di una corretta registrazione, la fotocopia dei documenti sopra indicati. In assenza delle fotocopie richieste l’ammissione all’asta sarà a completa discrezione del Commissionario.
Chi non si presentasse munito dei documenti necessari o oltre il limite di tempo stabilito non potrà essere registrato e conseguentemente non potrà prendere parte all’asta.

5. SVOLGIMENTO DELL’ASTA
I beni sono proposti in vendita attraverso un’asta pubblica effettuata tramite la realizzazione degli esperimenti d’asta necessari con aggiudicazione al miglior offerente.
Il prezzo base di ciascun bene è determinato in un importo pari al valore attribuito nella perizia di stima, eventualmente ribassato. Nel caso di formazione di lotti il prezzo base è quello che risulta dalla somma dei valori di stima, eventualmente ribassati, dei singoli beni.
Sono possibili eventuali successivi ribassi negli ulteriori esperimenti. L’asta si apre nel giorno, nell’ora e nel luogo indicati al punto 1.
A seguito dell’apertura dell’asta in caso di unica offerta valida il bene sarà aggiudicato all’unico offerente. Viceversa, in caso di pluralità di partecipanti, si svolgerà una gara in cui ciascun partecipante potrà effettuare dei rilanci i cui importi minimi saranno definiti in sede d’asta. I singoli rilanci dovranno essere effettuati nel tempo massimo e tassativo di 60 (sessanta) secondi.
Il Commissionario ha facoltà di ricevere manifestazioni d’interesse all’acquisto dei beni oggetto della presente procedura competitiva. Si precisa che, a tale scopo, saranno considerate le sole manifestazioni d’interesse pervenute tramite e-mail all’indirizzo mercuryauctionssrl@pec.it almeno 3 (tre) giorni lavorativi prima dell’asta.
Ogni offerta effettuata in sede d’asta corrisponde a un’offerta irrevocabile d’acquisto del bene e/o del lotto prescelto al prezzo offerto oltre oneri di legge, se dovuti, e diritti d’asta.
L’offerta perde efficacia quando è superata da un’offerta successiva per un prezzo maggiore effettuata con le modalità sopra indicate.

6. AGGIUDICAZIONE DEI LOTTI
L’esame delle offerte avverrà alle ore 11.00 del giorno 26/07/2019 presso lo studio del Notaio Dott. Mistretta Mario, in Brescia, Via Malta n.7/C. alla presenza del Commissionario nonché del Notaio Dott. Mario Mistretta, e prevedrà quanto segue:
- Aggiudicazione all’offerente in presenza di unica offerta pari almeno alla base d’asta di euro 1.600.000,00;
- Attivazione di gara in caso di pluralità di offerenti, con partenza dalla base d’asta di euro 1.600.000,00. I rilanci non potranno essere inferiori ad euro 10.000,00. In caso di offerte aventi modalità e tempistiche di pagamento diverse, il curatore potrà richiedere agli offerenti di modificarle onde renderle uniformi e confrontabili, e, a suo giudizio, rinviare eventualmente la gara ai giorni successive;
- In caso di unica offerta inferiore al prezzo base di invito, la Curatela si riserva di decidere.
Il Commissionario comunicherà al Curatore l’esito dell’esperimento di vendita e consegnerà allo stesso professionista la cauzione versata dal partecipante, affinché proceda ai sensi di legge.
L’aggiudicazione sarà da intendersi definitiva trascorsi 10 giorni dall’aggiudicazione provvisoria, e comunque solo previa autorizzazione del professionista delegato che comunicherà all’aggiudicatario la relativa aggiudicazione.
Il Curatore ex art. 107 L.F. potrà sospendere la vendita ove pervenga offerta irrevocabile di acquisto migliorativa, per un importo non inferiore al 10% (dieci percento) del prezzo precedentemente offerto, entro e non oltre 10 giorni dall’aggiudicazione provvisoria, o comunque entro e non oltre la data di aggiudicazione definitiva.
Quantunque non definitiva, l’aggiudicazione provvisoria rappresenta comunque un formale impegno di acquisto, il quale diviene vincolante una volta pervenuto il consenso alla vendita da parte del Giudice Delegato e, laddove esistente, del Comitato Creditori.

7. TERMINI E MODALITA’ DI PAGAMENTO
Il pagamento del prezzo dei beni aggiudicati oltre agli oneri di legge, se dovuti, e ai diritti d’asta dovrà avvenire entro e non oltre 60 giorni (sessanta) giorni dalla comunicazione di aggiudicazione definitiva.
Il pagamento dovrà essere effettuato mediante bonifico bancario, sulle coordinate bancarie che verranno comunicate ai soli aggiudicatari, salvo diverse modalità preventivamente concordate e accordate.
In caso di mancato pagamento di quanto sopra dovuto nel rispetto dei termini indicati, l’aggiudicatario si intenderà decaduto dall’aggiudicazione e la Curatela avrà diritto di trattenere la cauzione, a titolo di penale, salvo il diritto al risarcimento del maggior danno. In tal caso i beni saranno nuovamente venduti all’asta e l’aggiudicatario decaduto non potrà partecipare ai successivi esperimenti.
La proprietà del bene è trasferita all’acquirente al momento dell’integrale pagamento del prezzo oltre agli oneri di legge, se dovuti. Fino a che non si è verificato il trasferimento della proprietà il giudice può esercitare i poteri di cui all’art. 108 L.F.

8. GARANZIA
La vendita è disposta con riferimento allo stato di fatto e di diritto in cui si trovano i beni con tutti gli eventuali accessori.
Il Commissionario non è responsabile della mancata o parziale corrispondenza dei beni con tutti gli eventuali accessori così come descritti e presenti in asta e la loro effettiva consistenza. Il Commissionario declina ogni responsabilità per eventuali errori, omissioni e imprecisioni contenute nelle descrizioni e/o delle fotografie nonché nelle quantità e in ogni altro dettaglio indicato nel catalogo d’asta.
La vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità e/o riduzione di prezzo.
La vendita deve considerarsi come forzata ex art. 2919 c.c.; pertanto ai sensi e per gli effetti dell’art. 2922 c.c. l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità e/o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non palesati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità e/o riduzione del prezzo, essendo ciò stato considerato nella valutazione dei beni e non avendo luogo nella vendita forzata la garanzia per i vizi o mancanza di qualità della cosa, né la vendita potrà essere risolta.
E’ esclusa qualsiasi responsabilità in capo al Commissionario per eventuali diritti di terzi sui beni mobili oggetto dell’asta.
beni vengono venduti visti e piaciuti, senza alcuna garanzia relativa alla loro funzionalità. Non trattandosi di vendita sul mercato grava sull’aggiudicatario l’obbligo di procedere alla verifica dell’esistenza dei requisiti di prevenzione, sicurezza e igiene nonché tutela ambientale previsti dalla normativa vigente al momento della vendita, prima della messa in servizio o della rivendita sul mercato dei medesimi. Eventuali adeguamenti alle normative vigenti saranno a totale carico dell’aggiudicatario con ogni rischio, responsabilità e onere conseguenti, esclusa, fin d’ora, ogni responsabilità e garanzia a carico del Commissionario.
Nessuna possibilità di recesso sussiste in capo all’aggiudicatario insoddisfatto.

9. OBBLIGO AL RITIRO DEI BENI
Il ritiro dei beni aggiudicati deve essere effettuato, a cura e spese dell’aggiudicatario, nel luogo dove i medesimi sono depositati, entro e non oltre 60 giorni (sessanta) giorni lavorativi decorrenti dal termine per il pagamento dei beni aggiudicati oltre agli oneri di legge, se dovuti, e ai diritti d’asta.
Il termine per il ritiro decorre in ogni caso dal termine massimo in cui il pagamento poteva essere fatto, anche qualora l’aggiudicatario abbia provveduto a pagare prima della sua scadenza.
Eventuali eccezioni al termine sopra indicato dovranno essere esplicitamente autorizzate per iscritto dal Curatore.
Nel caso di beni mobili registrati entro il termine del ritiro l’aggiudicatario, a propria cura e spese, dovrà perfezionare le formalità relative al passaggio di proprietà.
L’aggiudicatario è tenuto a prendere contatto con il Commissionario al fine di concordare la data, l’ora ed eventuali condizioni del ritiro.
In caso di mancato ritiro dei beni oggetto di aggiudicazione nel termine sopra indicato, l’aggiudicatario acquirente è tenuto, per ogni giorno di ritardo, al pagamento della somma pari ad € 100,00 (cento) a titolo di penale.
Se il ritardo dovesse protrarsi oltre 30 (trenta) giorni dalla scadenza del termine per il ritiro, la Curatela, dopo aver proceduto alla diffida dell’aggiudicatario inadempiente, potrà trattenere le somme versate e disporre una nuova vendita del bene precedentemente aggiudicato.
All’atto del completo ritiro dei beni venduti la caparra viene restituita all’aggiudicatario acquirente, eventualmente al netto delle penali sopra indicate.

10. ASSISTENZA NELLA FASE DI RITIRO
Il Commissionario non è tenuto ad effettuare la materiale consegna dei beni né ad organizzare in alcun modo il loro ritiro.
Il Commissionario, laddove l’aggiudicatario ne ravvisasse la necessità, può prestare assistenza durante le operazioni di ritiro dei beni, previo accordo con l’aggiudicatario stesso e previo pagamento di oneri aggiuntivi concordati con lo stesso, il cui saldo dovrà avvenire prima del ritiro dei beni o contestualmente ad esso.

11. SPESE ACCESSORIE E POST VENDITA
Qualsiasi spesa accessoria al perfezionamento della vendita ed all’acquisizione dei beni da parte dell’aggiudicatario è da ritenersi ad esclusivo carico dello stesso.
A mero titolo esemplificativo e non esaustivo, saranno a carico dell’aggiudicatario: le spese di smontaggio, la messa in sicurezza, il trasporto, le spese doganali e gli oneri di esportazione, le spese per emissioni di documenti doganali (es.: EUR 1, ecc…), le spese per il reperimento della manualistica e/o dei documenti mancanti di qualsiasi natura, le spese per trasferimento di proprietà o cancellazione di trascrizioni di qualsiasi tipo su veicoli e ogni onere accessorio alle predette operazioni.
Il Commissionario non sarà in alcun modo ritenuto responsabile per eventuali ritardi o altre problematiche che dovessero insorgere nel corso delle predette operazioni.
Il Commissionario, laddove l’aggiudicatario ne ravvisasse la necessità, può prestare assistenza durante le predette operazioni è disposti a fornire assistenza nel corso delle predette operazioni, previo accordo con l’aggiudicatario stesso e previo pagamento di oneri aggiuntivi concordati con lo stesso, il cui saldo dovrà avvenire prima del ritiro dei beni o contestualmente ad esso.

12. LEGGE APPLICABILE E FORO COMPETENTE
Il contratto di vendita tra l’aggiudicatario e la Procedura o tra l’aggiudicatario e il Commissionario si intende concluso in Italia e regolato dalla Legge Italiana.
Nel caso di dubbi e/o divergenze sull’interpretazione del presente contratto, la versione italiana del testo prevarrà su ogni altra versione tradotta in lingua estera.
I partecipanti all’asta e l’aggiudicatario, all’atto della loro registrazione accettano senza riserve le presenti condizioni e si ritengono fin da ora responsabili di eventuali violazioni delle stesse.
Ogni controversia derivante dall’applicazione, dall’interpretazione e/o dalla risoluzione del presente contratto sarà devoluta alla competenza esclusiva del Foro di Bergamo, con esclusione di ogni altro Foro.




< Indietro