Fallimento N. 31/2019 Raffineria Metalli Capra S.p.A.

venerdì, 26 luglio 2019 ore 15:51

TRIBUNALE ORDINARIO DI BRESCIA
SEZIONE IV - FALLIMENTARE

Fallimento N. 31/2019 Raffineria Metalli Capra S.p.A.

INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONE DI INTERESSE
ALL’ACQUISTO DI QUOTE SOCIETARIE
Il Collegio dei Curatori fallimentari del Fallimento in epigrafe
INVITA
gli interessati a presentare offerte per l’acquisto, in unico lotto, di:

Quota del 90% di nominali € 82.240,00 del capitale sociale della società REGRO S.r.l. con sede legale in Adro (BS), via Galileo Galei n. 17, C.F.: 03210000174, P.IVA: 02028200984 con capitale sociale di € 93.600,00 i.v..

Prezzo base d’asta: € 5.190.000,00 (cinquemilionicentonovantamila/00) (oltre accessori di legge)
Il tutto come meglio indicato e precisato nella perizia redatta dal dott. Francesco Gitti agli atti e disponibili sui siti internet www.bresciaonline.it e www.astegiudiziarie.it da intendersi qui integralmente richiamata.
Lo Statuto societario della società Regro S.r.l. prevede che le partecipazioni siano liberamente trasferibili per atto tra vivi, tuttavia è riconosciuto il diritto di prelazione in capo agli altri soci. L’offerente, reso edotto della presenza di tale prelazione, è consapevole delle conseguenze della stessa nel processo di trasferimento a seguito di aggiudicazione, come meglio specificato ai punti successivi del presente avviso.

BANDO DI GARA
A)    le offerte di acquisto dovranno pervenire entro il giorno 30.09.2019, ore 13.00 alle modalità indicate nel presente bando;
B)    l’offerta dovrà pervenire mediante deposito presso lo studio del dott. Stefano Midolo componente del Collegio dei Curatori Fallimentari in Brescia, Via Moretto n. 84. L’offerta dovrà essere sottoscritta dall’offerente e contenuta in busta chiusa senza segni di riconoscimento intestata a “Fallimento n. 31/2019– Offerta”. La stessa dovrà contenere le generalità, i recapiti telefonici e di posta elettronica dell’offerente, la visura camerale aggiornata ove prevista, la fotocopia del documento di identità e del codice fiscale dell’offerente o, nel caso di società, del legale rappresentante debitamente autorizzato o comunque dotato dei necessari poteri e il prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo base, a pena di inefficacia dell’offerta fatto salvo previsto al successivo punto F, nonché dichiarazione dell’offerente di completa conoscenza della situazione economico-patrimoniale della società Regro S.r.l. e di rinuncia a qualsiasi futura eventuale pretesa a qualsiasi titolo nel confronti della procedura fallimentare dopo il perfezionamento della vendita della quota;
C)    contestualmente alla presentazione dell’offerta gli offerenti dovranno versare cauzione non inferiore al 10% del prezzo offerto, a mezzo assegno circolare intestato a “Fallimento n. 31/2019 Raffineria Metalli Capra S.p.A.” o con bonifico bancario da effettuarsi sul conto corrente intestato alla procedura presso Unione di Banche Italiane S.c.p.A. Fil. di Brescia Via Trento 25 - Codice IBAN: IT 04 P 03111 11270 000000001142;
D)    non potrà essere presentata offerta per persona, società o ente da nominare;
E)    le offerte costituiscono impegno inderogabile ed irrevocabile di acquisto nei termini ed alle condizioni indicate nel presente bando di gara; in caso di eventuale inadempimento la procedura tratterrà la cauzione versata a titolo di penale;
F)    in assenza di offerte almeno pari al valore di perizia, in caso di offerte inferiori sino al 25% del valore di perizia, il Collegio dei Curatori si riserva di procedere anche seduta stante ad indire gara secondo le regole esposte nei punti successivi;
G)    l’apertura delle buste cartacee avrà luogo presso lo studio del dott. Stefano Midolo componente del Collegio dei Curatori Fallimentari in Brescia Via Moretto n. 84 del giorno 1.10.2019 ore 15.30;
H)    in caso di pluralità di offerte si procederà immediatamente ad una gara fra gli offerenti, partendo dalla offerta più alta e con rilancio minimo obbligatorio dell’importo di € 50.000,00 (cinquantamila/00) entro il tempo di 60 secondi;
I)    in caso di più offerte uguali e valide, ove nessuno degli offerenti intenda rilanciare in sede di gara, il lotto verrà aggiudicato all’offerente che per primo abbia presentato la propria offerta;
J)    la partecipazione può avvenire personalmente o a mezzo di delegato munito di apposita procura notarile speciale, limitata alla partecipazione al singolo bando.
K)    ai partecipanti che risulteranno non aggiudicatari verrà restituito l’importo depositato per la partecipazione alla gara;
L)    ai sensi dell’art. 2471 c.c., come richiamato dall’art. 106 L.F., il Collegio dei Curatori provvederà ad avvisare dell’esito della gara la Società tramite PEC, la quale entro dieci giorni dall’aggiudicazione provvisoria potrà presentare un altro acquirente che offra lo stesso prezzo; in tale caso la Società dovrà procedere a conforme comunicazione via PEC alla procedura fallimentare (f31.2019brescia@pecfallimenti.it). Il soggetto indicato, nello stesso termine, dovrà procedere a versare cauzione pari al 10% del prezzo di aggiudicazione provvisoria tramite assegno circolare non trasferibile tratto da Banca su piazza di Brescia da consegnare presso lo studio del referente del Collegio dei Curatori dott. Stefano Midolo; al soggetto indicato dalla Società la quota dovrà quindi essere aggiudicata per tale prezzo. Decorsi i termini previsti dalla legge senza che la Società abbia presentato alcuna offerta, l’aggiudicazione provvisoria dovrà intendersi definitiva.
M)    avvenuta l’aggiudicazione definitiva il Collegio dei Curatori fallimentari provvederà a richiedere agli organi della procedura le autorizzazioni al trasferimento della quota a favore del soggetto aggiudicatario nelle forme ordinarie avanti un Notaio incaricato scelto dalla procedura entro sette giorni dall’aggiudicazione;
N)    l’aggiudicatario definitivo, dovrà versare il saldo del prezzo di aggiudicazione (dedotta la cauzione) e di ogni altro onere accessorio inerente, a mezzo assegno circolare non trasferibile di banca su piazza di Brescia con le medesime modalità previste al precedente punto C contestualmente all’atto notarile, che dovrà avvenire entro 30 giorni dall’aggiudicazione, e/o tramite bonifico bancario che sia accreditato prima dell’atto notarile; qualora l’aggiudicatario non versi il saldo del prezzo entro il termine previsto, non avrà diritto alla restituzione della cauzione, che verrà trattenuta dalla procedura a titolo di penalità;
O)    le spese di vendita, comprensive a titolo esemplificativo e non esaustivo di imposte di legge, trascrizioni, oneri notarili, spese relative al trasferimento della proprietà ed ogni altro onere inerente saranno a carico della parte acquirente e dovranno da quest’ultima essere versati direttamente e contestualmente all’atto notarile di vendita;
P)    ai sensi dell’art. 107, comma 4, L.F. il Collegio dei Curatori fallimentari potrà sospendere la vendita ove pervenga offerta irrevocabile d’acquisto migliorativa, alle medesime condizioni e modalità del presente bando, per un importo non inferiore al 10% del prezzo offerto. In tal caso il Collegio dei Curatori fallimentari procederà ad indire una nuova gara tra l’aggiudicatario e l’offerente in aumento da tenersi con le medesime modalità di cui sopra. In caso di pluralità di offerte irrevocabili d’acquisto migliorative uguali e valide, ove nessuno degli offerenti intenda rilanciare in sede di gara, la quota verrà aggiudicata all’offerente in aumento che per primo abbia presentato la propria offerta presso lo studio del curatore referente. In caso di mancata partecipazione alla gara dell’offerente in aumento, lo stesso perderà la cauzione a titolo di penalità;
Q)    ai sensi dell’art. 108, comma 1, L.F. il Giudice Delegato potrà sospendere le operazioni di vendita su istanza degli interessati qualora ricorrano gravi e giustificati motivi ovvero potrà impedire il perfezionamento della vendita, su istanza presentata dagli interessati entro il termine di 10 giorni dal deposito in cancelleria della documentazione relativa al perfezionamento della vendita, quando il prezzo offerto risulti notevolmente inferiore a quello giusto tenuto conto delle condizioni di mercato;
R)    con la partecipazione alla gara gli offerenti dichiarano di essere a conoscenza di tutto quanto indicato nel presente bando, nella perizia allegata e nello statuto della società;
S)    in tal caso e per ogni ulteriore informazione gli interessati potranno rivolgersi al Collegio dei Curatori fallimentari referente dott. Stefano Midolo - tel. 030/3752061, e-mail: procedure@midoloeassociati.it.

Ai sensi del novellato art. 490 c.p.c. e dell’art. 107 L.F. il presente avviso sarà pubblicato sul portale del Ministero della Giustizia nell’area pubblica denominata "portale delle vendite pubbliche" (https://pvp.giustizia.it) almeno trenta giorni prima dell’inizio della procedura competitiva.

La pubblicazione del presente invito e la ricezione delle manifestazioni di interesse non comportano alcun obbligo o impegno per la procedura né alcun diritto per gli offerenti a qualsivoglia prestazione.

Brescia, lì 25 Luglio 2019

Il Collegio dei Curatori fallimentari
Dott. Leandro Di Prata
Dott. Davide Felappi
Dott. Stefano Midolo




< Indietro