Fallimento n. 150/2016 Euro Mec srl

mercoledì, 04 settembre 2019 ore 16:29

Fallimento n. 150/2016  Euro Mec srl
Immobile sito in Porto Mantovano (Mn)

Il fallimento sollecita eventuali soggetti interessati a presentare offerte per l’acquisto dell’immobile di proprietà della società Euro Mec srl, ai sensi delle disposizioni previste dalla normativa fallimentare, riservandosi di valutare la convenienza, per la procedura, alla conclusione di un eventuale atto di cessione sulla base delle offerte pervenute.
La presente sollecitazione non vincola pertanto in alcun modo la procedura fallimentare alla conclusione di alcun accordo con gli eventuali soggetti offerenti.
E’ posto in vendita il seguente lotto, visto e piaciuto nello stato di fatto in cui si trova.

- Lotto n. 1: Immobile sito in Comune di Porto Mantovano (Mn), via Parigi n. 1/B, identificato catastalmente al Foglio n. 26, mappale 481 ai subalterni 4-5-6-7-9 (oltre eventuali beni comuni). Trattasi di edificio commerciale/direzionale con ascensore, distribuito su tre livelli fuori terra, costituito da due negozi, due uffici ed un’autorimessa.
Prezzo base d’asta: Euro 518.000 oltre accessori di legge.
Si evidenzia che l’aggiudicatario dell’immobile:
- dovrà farsi carico anche dell’acquisto dei beni mobili ivi ricoverati (di cui all’elenco allegato, da ritenersi solo indicativo) al prezzo complessivo di Euro 7.500 oltre iva;
- dovrà farsi carico dello smaltimento dei rifiuti ivi depositati, da eseguire nel rispetto della vigente normativa. Quest’ultimo sarà ritenuto responsabile per ogni conseguenza direttamente od indirettamente derivante dall’inadempimento di tale obbligo.

Le offerte, da depositare in busta chiusa presso lo studio del curatore entro il termine ultimo sotto indicato, dovranno contenere i seguenti elementi:
1.    esatta identificazione dell'offerente con indicazione dello stato civile, recapito telefonico, indirizzo pec/mail ed allegazione di copia della carta d’identità e del codice fiscale se si tratta di persona fisica o di visura camerale aggiornata se si tratta di società; non è possibile depositare offerte per persona da nominare;
2.    prezzo offerto non inferiore al valore sopra indicato (oltre accessori di legge);
3.    cauzione pari al 10% del prezzo imponibile offerto per l’immobile, da corrispondere mediante assegni circolari, non trasferibili, intestati a “Fall. 150/16 Euro Mec srl”, emessi da primario Istituto di credito; nel caso in cui l’offerente dovesse ritirare la propria offerta la cauzione sarà acquisita dal fallimento;
4.    impegno al pagamento del saldo alla stipula dell’atto trasferimento dell’immobile, a mezzo assegni circolari intestati alla procedura fallimentare; la stipula dell’atto di trasferimento dovrà avvenire entro 60 giorni dalla data del provvedimento con il quale il Giudice Delegato autorizzerà la cessione dell’immobile al soggetto aggiudicatario;
5.    nell’offerta deve essere chiaramente indicata, da parte dell’offerente, la circostanza dell’avvenuto accertamento della consistenza dell’immobile, con esplicita accettazione e rinuncia ad ogni futura contestazione al riguardo, nonché l’accettazione di tutte le condizioni previste nel presente invito.
Le offerte d’acquisto dovranno pervenire presso lo Studio del Curatore fallimentare, in busta chiusa, entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 22/10/2019 mediante consegna a mano.                                                                                            
La procedura si riserva la valutazione circa la convenienza delle offerte pervenute, avuto riguardo di ogni elemento che si dovesse ritenere rilevante ai fini dell’aggiudicazione.
L’eventuale aggiudicazione avverrà come segue:
-    nel caso in cui dovesse pervenire una sola offerta ritenuta conveniente per la procedura l’immobile sarà aggiudicato al soggetto offerente;
-    nel caso in cui dovessero pervenire più offerte ritenute convenienti per la procedura, in data 24/10/2019 ore 15.00 si svolgerà, presso lo studio della curatela, gara al rialzo tesa all’individuazione della miglior offerta d’acquisto.
Alla gara dovrà presenziare personalmente la persona fisica che ha siglato l’offerta d’acquisto o il legale rappresentante se trattasi di società, ovvero un soggetto da essi appositamente delegato. Ai partecipanti che non risulteranno aggiudicatari a seguito della gara sarà restituito l’importo depositato a titolo di cauzione; chi non dovesse partecipare alla gara non avrà diritto alla restituzione della cauzione versata;
-    la cessione del lotto dovrà essere autorizzata dal Giudice Delegato; prima del completamento delle operazioni di vendita la curatela ne darà notizia, mediante notificazione, a ciascuno dei creditori ipotecari.
Le spese per la cessione dell’immobile saranno tutte a carico dell’aggiudicatario, ivi comprese quelle per l’atto notarile, ad eccezione delle spese di cancellazione delle formalità pregiudizievoli. Notaio scelto dalla procedura.
Oneri fiscali ed ogni accessorio di legge a carico dell’aggiudicatario.
La perizia di stima dell’immobile è disponibile per la visione presso lo studio del curatore, e forma parte integrante del presente invito con tutti i limiti, vincoli e gravami nella stessa evidenziati.
Eventuali regolarizzazioni sia urbanistiche che catastali sono poste a carico dell’aggiudicatario.
Per informazioni: Dott. Bruno Zubani, Via Vittorio Emanuele II n. 1 25122 Brescia, telefono 030/3771690, indirizzo mail: bruno.zubani@studiozl.com.

Il Curatore fallimentare
Dott. Bruno Zubani




< Indietro